Ultimo Messaggio di Medjugorje, 25 dicembre 2012

a Marija:

Marija during an apparition
La Madonna è venuta con Gesù bambino tra le braccia e non ha dato messaggio, ma Gesù bambino ha iniziato a parlare e ha detto:
“Io sono la vostra pace, vivete i miei comandamenti. “
La Madonna e Gesù bambino, insieme, ci hanno benedetto con il segno della croce.
Pubblicato in Vita Spirituale | Lascia un commento

Cantico delle creature

« Altissimu, onnipotente, bon Signore,

tue so’ le laude, la gloria e l’honore et onne benedictione.

Ad te solo, Altissimo, se konfàno et nullu homo ène dignu te mentovare.

Laudato sie, mi’ Signore, cum tucte le tue creature, spetialmente messor lo frate sole, lo qual’è iorno, et allumini noi per lui. Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore, de te, Altissimo, porta significatione.

Laudato si’, mi’ Signore, per sora luna e le stelle, in celu l’ài formate clarite et pretiose et belle.

Laudato si’, mi’ Signore, per frate vento et per aere et nubilo et sereno et onne tempo, per lo quale a le tue creature dai sustentamento.

Laudato si’, mi’ Signore, per sor’aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.

Laudato si’, mi Signore, per frate focu, per lo quale ennallumini la nocte, et ello è bello et iocundo et robustoso et forte.

Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.

Laudato si’, mi’ Signore, per quelli ke perdonano per lo tuo amore, et sostengo infirmitate et tribulatione.

Beati quelli ke ‘l sosterrano in pace, ka da te, Altissimo, sirano incoronati.

Laudato si’ mi’ Signore per sora nostra morte corporale, da la quale nullu homo vivente pò skappare: guai a quelli ke morrano ne le peccata mortali; beati quelli ke trovarà ne le tue santissime voluntati, ka la morte secunda no ‘l farrà male.

Laudate et benedicete mi’ Signore’ et ringratiate et serviateli cum grande humilitate »


Pubblicato in Video Spirituali, Vita Spirituale | Lascia un commento

02/12/2012 prima Domenica d’Avvento

Tenetevi pronti, non abbiate paura, restate saldi nella fede, i venti soffieranno, i mari cresceranno, i fiumi strariperanno, la terra si spaccherà, il sole farà vedere dei segni, la luna si oscurerà, le stelle cadranno, alcuni nell’attesa moriranno per la paura. Ma chi resta saldo nella fede, stia allerta, alzi lo sguardo al cielo e gioisca, perchè l’ora della liberazione è vicina. E vedrete arrivare il figlio dell’uomo sulle nubi del cielo, che sterminerà i malvagi nel cuore.

Ecco Amici, questo mondo continua la sua discesa nell’abisso, prima vogliono smembrare la famiglia, con l’approvazione delle coppie di fatto, poi si propone il proprio benessere individuale a discapito di quello del prossimo (esempio eclatante, sono i reality che mettono i concorrenti tutti contro tutti, pur di vincere il premio finale, dove si sponsorizza la violenza, l’intolleranza verso il prossimo e la maleducazione). Ora questo governo parla di tagli alla sanità, dopo attueranno questi tagli, e dopo ancora fra la gente che si suiciderà perche non ce la fa più ad arrivare alla fine del mese, e quelli che muoiono perchè non possono permettersi di curarsi, ne resteranno pochi. Quei pochi che resteranno saranno sottomessi ai padroni, politici e imprenditori, e la miseria sarà grande. Si piangerà, e si griderà al Signore, e quel grido sarà ascoltato. Guai a loro quel giorno. Sarebbe meglio per loro non fossero mai nati. Non serviranno rivoluzioni, non serviranno sommosse, L’Eterno combatterà per noi. Preghiamo e rispettiamo i comandamenti, la nostra liberazione non è lontana.


Pubblicato in Vita Spirituale | Lascia un commento

Che cosa fai? “ho da fare molte cose, quindi corro”

Gesù a casa di MartaDal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 10,34-42.

Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse nella sua casa. Essa eveva una sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola; Marta invece era tutta presa dai molti servizi. Pertanto, fattasi avanti, disse: <<Signore, non ti curi che mia sorella mi ha lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti>>. Ma Gesù le rispose: <<Marta, Marta, tu ti preoccupi e ti agiti per molte cose, ma una sola è la cosa di cui c’è bisogno. Maria si è scelta la parte migliore, che non le sarà tolta>>.


Ecco, Salve a tutti amici miei, e scusate il mio silenzio così lungo, ma c’era bisogno di capire e di pregare, di pregare e  di capire. E ancora avrei continuato a pregare e a capire, se non fosse che oggi sento di dover parlare, non riesco a trattenere ciò che ho dentro, devo dire, e devo sforzarmi di dire bene, per far meglio comprendere. Amici, fratelli, sorelle, con questo passo del vangelo, Luca discepolo del Cristo, vuole farci capire quello che Gesù con la Sua vita ha insegnato a Lui, e di rimando a tutti noi. Ed è esattamente ciò che ancora oggi accade, cioè, la gente è presa da mille faccende, da mille affari, ed è talmente presa dalle cose di tutti i giorni, che trascura la cosa più importante. Ebbene Amico che leggi le mie parole, a volte siamo presi dal lavoro, dai problemi del nostro tempo, la crisi, i debiti, la macchina che si è rotta, il lavoro che non c’è, oppure chi ce l’ha se lo porta pure a casa trascurando ogni cosa per i suoi impegni di lavoro. Oppure tu, Amica mia, che ti dimeni tra mille faccende domestiche, devi fare le pulizie, devi portare i bimbi a scuola, poi alla palestra, poi devi fargli la doccia, poi devi lavare i panni, devi stenderli asciugarli e poi stirarli, e tante tante altre cose. Fermiamoci un momento nella nostra vita frenetica. E quel momento dedichiamolo a Dio. Ma come? facciamo così: facciamo tutto quello che dobbiamo fare durante la settimana, ma alla Domenica, mettiamo un freno, dedichiamo a Dio un po del nostro tempo. Come? Semplice, andiamo in chiesa, ascoltiamo la Santa Messa, confessiamoci e prendiamo la comunione, e poi al termine torniamocene alle nostre case riflettendo la parola che si è detta in Chiesa. Al lunedì potremo ricominciare a lavorare di nuovo 24 ore su 24. E alla prossima Domenica faremo di nuovo come la Domenica precedente, facciamo pausa e rechiamoci a Dio, andiamo in Chiesa, ascoltiamo la Santa Messa e confessiamoci e comunichiamoci. Dio ci guarda, ci ascolta, e ci manderà le grazie necessarie, momento per momento, in base a quello che avremo di bisogno. Io da bambino sapevo che c’era Dio e lo amavo. Ma poi, è successa una cosa, e cioè: vedevo che alla domenica io andavo in Chiesa e quando la messa finiva, uscivo e mi dirigevo in piazza, e lungo la strada, mi fermavo nelle sala giochi, entravo e vedevo ragazzi della mia stessa età che però non avevo visto in chiesa, e che cacciavano fuori dalle tasche i soldi che gli avevano dato i loro genitori e li spendevano tutti per giocare ai videogame, alcuni erano dentro a fumare come i grandi, e io chiedevo a quelli che conoscevo, ma non sei venuto a Messa? e quelli mi rispondevano, che me ne frega, mi diverto di più quì, sono grande per quelle cose. Nel frattempo, la mia vita proseguiva, fra una miriade di problemi in famiglia. Papà non c’era mai, era sempre che lavorava, e quando era a casa era tanto stanco e scontroso, che era meglio che non gli rivolgevi nemmeno lo sguardo, non solo la parola. Allora, analizzando un po la situazione, ho pensato: ma come, mi do da fare per essere una persona buona, giusta, e fare la volontà dei miei genitori e di Dio, e questi miei amici invece se ne fregano di tutto e di tutti e hanno in cambio ogni cosa secondo la loro volontà! assurdo. Ed ecco che dopo tutti questi pensieri, ho cominciato ad allontanarmi da Dio e dalla mia famiglia. Sono diventato forte (credevo), ho trascurato Dio, mi sono fatto simile ai miei coetanei, e mi sono smarrito. E una volta che sei al buio e chiuso in un labirinto, O quanto è difficile ritrovare la strada. Poi ad un tratto, dopo molti anni, nel buoi del labirinto, ho visto un flebile raggio di luce, e allora ho allungato la mano per prenderlo, ma era solo un fascio di luce e perciò non si lasciava predere, la mia mano gli passava attraverso, e invano mi sforzavo di prendere quella luce. Allora, ho deciso di seguire quella luce, perchè forse mi avrebbe condotto per una via fuori dal labirinto. Infatti così è stato. Ora quel flebile raggio di luce, è diventato giorno pieno, ora sono di nuovo con Dio, e sò che quando parlo, Egli mi ascolta. E quando Egli parla, io lo ascolto. Nulla mi fa temere più per la mia vita, se non il timore del mancare di rispetto a Dio. Ecco Amici miei, questa richiesta di ritornare a Dio, sia per ognuno il suo flebile raggio di luce, non cerchiamo quindi di prenderlo, ma solo seguiamolo. Ci porterà per il giusto sentiero, fino ad arrivare alla fonte della sua luce.

Signore, sii Tu o mio Dio, mio Re e mio Tutto, luce nei cuori delle persone che cercano la strada della salvezza. Illumina i cuori degli amici che entrano in queste pagine a trovarvi conforto e Benedici tutti noi miseri peccatori. Affinchè con la Tua Benedizione O mio Re, mio Dio, mio Signore e mio Tutto, possiamo essere ricolmi di Pace e trasmetterla a tutti coloro che ci sono vicino e che vedono il nostro cambiamento.

Per l’intercessione della Vergine Maria Regina della Pace, per Tuo Figlio Gesù Cristo e per la sua Santa Passione, e con l’ausilio dello Spirito Santo Paraclito. Facci la Grazia del Dono dello Spirito Santo. Amen

Sacro Cuore 13/10/2012

Pubblicato in Sfoghi personali, Vita Spirituale | Lascia un commento

A cosa stai pensando?

L’altro giorno una persona mi ha detto “ma perchè hai fatto un sito web? a che serve?” Be, io li per li gli ho risposto, che riunisco in questo spazio virtuale, immagini dei pellegrinaggi, video, informazioni cattoliche cristiane, ecc. poi mi sono impallato e come sempre non sapendo cos’altro dire e si è cambiato discorso. Ora invece, che ho capito, rispondo così: <<La parola letta e/o ascoltata, ma non recepita in quanto non supera i nostri standard di interesse e attenzione, è una parola che cade nell’oblio e si perde. Ma una parola che viene detta e/o scritta, è ricercata in particolare da gente che è già predisposta alla ricezione del messaggio, a gente che vuole trovare una via. In special modo, una parola detta nel modo giusto a una persona, è una chiave, che apre inesorabilmente e spalanca il cuore di quella persona che ascolta e/o legge la parola. Ecco, io con le mie parole, vorrei essere una chiave, per aprire il cuore. Se cerchi questa parola, vuol dire che non sei soddisfatto della tua vita attuale, e che in fondo al tuo cuore, sai che quello che accade nella tua vita potrebbe essere migliore, ti accorgi che è tutto sbagliato, ma non sai trovare una via d’uscita. Certo, se ci si trova in alto mare senza salvagente, è dura salvarsi la vita. Ma se in mezzo al mare troviamo qualcosa a cui aggrapparci, noi ci aggrappiamo a quella cosa e non la molliamo più finchè non ci porta alla salvezza certa, e ci fa poggiare finalmente di nuovo i piedi sulla terra ferma.  Ecco, io voglio dire queste parole, perchè voglio che siano il salvagente per tutti i naufraghi che cercano ardentemente di salvarsi >>. Dio benedice i suoi amici e non permette che nessuno anneghi, e con ogni mezzo e in ogni situazione egli opera per aiutare i suoi amici. Io … sono solo una penna che scrive 

01/09/2012 SacroCuoreweb.it

 
Pubblicato in Sfoghi personali, Vita Spirituale | Lascia un commento

Novità

Cari visitatori, con grande gioia vi informo che ho aperto un portale, dove saranno riportati tutti i contenuti di questo blog e ne verranno aggiunti di nuovi, il sito si chiama: www.SacroCuoreweb.it  .

Perchè ho deciso di aprire un vero e proprio portale?

Semplice, la necessità è nata dal fatto che nel blog non riesco a gestire tutte le infomazioni per categoria, a un certo punto il blog risulta essere, sì pieno di informazioni, ma poste in modo disordinato e poco fruibile nella lettura per argomenti, e di conseguenza anche difficile nella gestione dei post.

Quindi, che dirvi, buona lettura e che Dio ci protegga e ci benedica tutti quanti. Amen

05/09/2012 Sacro Cuore


Pubblicato in Opinioni soggettive, Sfoghi personali, Vita Spirituale | Lascia un commento

Venite con me, andiamo al nostro Dio, Egli ci chiama

 

gesu di nazareth.jpg

Venite, venite alla mia festa, ogni bene è preparato per voi. Non esitate, aumentate il passo, insistete ad amare, ogni Gioia vi attende nel Regno del Padre Mio. 

Pubblicato in Vita Spirituale | Lascia un commento

Esortazione

il Saggio.jpg Cari amici, oggi, mi sento di dovervi chiedere uno sforzo in più, uno sforzo che però è rivolto a fin di bene. Per gli altri certo, ma anche per noi stessi. Rivolgiamoci a Dio con fiducia, andiamo a messa la domenica, confessiamoci e prendiamo la comunione, non guardiamoci intorno, ma restiamo soli e uniti con Dio nella preghiera, non giudichiamo nessuno, ma cerchiamo pittosto di correggere noi stessi. Dopo, tutto sarà più facile, dopo, il nostro profumo sarà sentito dagli altri, dopo, saremo contagiosi. O si, dopo sarà bello portare la croce, e anzi chiederemo a Dio che ella sia ancora più pesante da portare, perchè nella durezza del lavoro c’è l’umiltà, e nell’umiltà, la Pace Eterna. Pregate amici miei, e vi esorto a una vita modesta e senza pretese. Dio saprà darci tutte le grazie e le ricchezze di cui abbiamo certamente bisogno. Con il nostro comportamento, senza volerlo, cambiamo gli altri, addolciamo i loro cuori. La Madonna ci aiuta e ci assiste. Preghiamo la mattina quando ci alziamo, e preghiamo la sera quando andiamo a dormire. Anche un Padre Nostro alla mattina e un Atto di Dolore alla sera prima di andare a dormire sono sufficenti, per dichiarare a Dio che ogni giorno viviamo per Lui e in Lui. Che Dio ci benedica e ci custodisca tutti quanti. Preghiamo per i nostri nemici, perchè se preghiamo per i nostri nemici e li amiamo, quanto più grande sarà il nostro amore per quelli che amiamo? Preghiamo per gli ammalati e per le loro famiglie. Il tempo è vicino, ora dobbiamo dare una scrollata al nostro corpo e dirgli e imporgli di fare ciò che vuole la nostra anima. Tanto tempo la nostra anima ha seguitato il nostro corpo, e che cosa ha ottenuto in cambio? Ora il nostro corpo deve seguitare la nostra anima e in cambio avremo “La Vita”. Amen

Pubblicato in Sfoghi personali, Vita Spirituale | Lascia un commento

Ultimo Messaggio di Medjugorje, 2 luglio 2012

apparition-mirjana.jpg– Apparizione a Mirjana “Figli miei, di nuovo vi prego maternamente di fermarvi un momento e di riflettere su voi stessi e sulla transitorietà di questa vostra vita terrena. Poi riflettete sull’eternità e sulla beatitudine eterna. Voi cosa desiderate, per quale strada volete andare? L’amore del Padre mi manda affinché sia per voi mediatrice, affinché con materno amore vi mostri la via che conduce alla purezza dell’anima, di un’anima non appesantita dal peccato, di un’anima che conoscerà l’eternità. Prego che la luce dell’amore di mio Figlio vi illumini, che vinciate le debolezze e usciate dalla miseria. Voi siete miei figli e io vi voglio tutti sulla via della salvezza. Perciò, figli miei, radunatevi intorno a me, affinché possa farvi conoscere l’amore di mio Figlio ed aprire così la porta della beatitudine eterna. Pregate come me per i vostri pastori. Di nuovo vi ammonisco: non giudicateli, perché mio Figlio li ha scelti. Vi ringrazio. “


Pubblicato in Vita Spirituale | Lascia un commento

La vita di Santa Brigida di Svezia

Cliccate sul seguente link e scaricate il file in PDF dove si raccontano “Le rivelazioni celesti” i momenti più belli della vita della Santa.

Salvatelo sul vostro PC, perchè ci vuole tempo per leggerlo e comprenderlo al meglio 

Santa Brigida racconto della sua vita.pdf  

Pubblicato in Vita Spirituale | Lascia un commento